Premanus: focus re-manufacturing

Remedia è partner del progetto Premanus, programma finanziato nell’ambito del Settimo Programma Quadro dell’Unione Europea.

 

Il progetto Premanus nasce con l’obiettivo di costruire un modello di “business decision” che aiuti le aziende a valutare gli impatti economici ed ambientali relativi all’opportunità di effettuare attività di “re-manufacturing” (riparazione e ricondizionamento di prodotti usati) su un prodotto o componente oppure avviarlo a smaltimento/riciclo.


L’obiettivo di Premanus è quello di sviluppare un’architettura “IT Service Oriented” che accolga informazioni legate al prodotto e al servizio per il processo di recupero nel fine vita.


Inoltre, per disporre di tutte le informazioni necessarie, la soluzione Premanus, calcola KPI basati sull’uso dei prodotti con l’obiettivo di fornire “raccomandazioni” agli utenti in tema di fattibilità: tempi, impatti ecologici, attuabilità, redditività, risultati, raggiunti dal re-manufacturing dei singoli prodotti.

 

Sono coinvolti in Premanus partner industriali e accademici provenienti da Germania, Italia, Regno Unito, Paesi Bassi e Belgio. Oltre a Remedia, Politecnico di Milano, Holonix srl, Loughborugh University, Tie Nederland, SKF, Centro Ricerche FIAT e Sirris assicurano competenze tecniche di altissima qualità così come la diffusione e la valorizzazione dei risultati.


I partner nella ricerca contribuiscono a comprendere le esigenze di business legate all’End of Life (EOL) dei prodotti e a definire KPI relativi al recupero e algoritmi di ottimizzazione “intelligente” nel processo di recupero. 

 

Remedia collaborerà alla costruzione dell’algoritmo volto ad identificare i benefici legati al riciclo e contribuirà ad individuare gli elementi di costo ed i KPI per una corretta valutazione degli impatti  ambientali ed economici anche per prodotti e componenti complessi. 

 

Il Progetto è iniziato nel settembre 2011 e la conclusione è prevista per il 30 giugno 2015.

NEWSLETTER

Invia