Normativa RAEE

Le Direttive Europee

La gestione dei Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE) è oggi disciplinata a livello europeo dalla Direttiva 2012/19/EU  che sostituisce le precedenti 2002/96/EU e 2003/108/EU.


Tali normative comunitarie hanno il compito di fornire indicazioni agli stati membri per implementare una gestione dei RAEE con le seguenti finalità primarie:

 

  • prevenire la produzione di rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche
  • promuovere il reimpiego, il riciclaggio ed il recupero dei RAEE
  • migliorare, sotto il profilo ambientale, l'intervento dei soggetti che partecipano al ciclo di vita di dette apparecchiature
  • ridurre l'uso di sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche

 

 

Il Decreto RAEE

Le direttive europee sono state recepite in Italia dapprima dal Decreto Legislativo 151 del 25 novembre 2005, con il quale si è definito il funzionamento del Sistema di gestione dei RAEE in Italia.

Oggi tale decreto è sostituito dal Decreto Legislativo n. 49 del 14 marzo 2014.

 

Il decreto sostituisce in parte anche i decreti attuativi:

  • Decreto ministeriale 25 settembre 2007 (Istituzione del Comitato di Vigilanza e Controllo)
  • Decreto ministeriale 185/2007 (Istituzione del Registro Nazionale dei Produttori, del Centro di Coordinamento RAEE e del Comitato di Indirizzo)
  • Decreto ministeriale 65/2010 (regolamento di introduzione delle semplificazione per il ritiro "1 contro1")

 

Decreti Ministeriali

 

Decreto Ministeriale 17 giugno 2016 - Decreto tariffe
Il DM "Tariffe per la copertura degli oneri derivanti dal sistema di gestione dei rifiuti delle apparecchiature elettriche ed elettroniche” stabilisce le tariffe e le modalità di versamento per la copertura degli oneri di funzionamento del Comitato di Vigilanza e Controllo e del Comitato di Indirizzo RAEE, e delle attività di monitoraggio dei tassi di raccolta e degli obiettivi di recupero dei RAEE da parte di ISPRA, nonché della tenuta del Registro RAEE e delle attività ispettive della Guardia di Finanza.

Decreto Ministeriale 31 maggio 2016, n.121 – Decreto “uno contro zero”
Il DM 121 contiene le indicazioni per lo svolgimento delle attività di ritiro gratuito “1 contro 0” da parte della distribuzione. Il decreto, conforme a quanto previsto dal D. Lgs. 49/2014, disciplina le modalità semplificate per il ritiro, da parte dei distributori, di RAEE di piccolissime dimensioni provenienti dai nuclei domestici, a titolo gratuito e senza obbligo di acquisto di AEE di tipo equivalente.