Decreto Legge 231/01

Remedia ha adottato il modello di organizzazione, di gestione e di controllo redatto ai sensi e per gli effetti di cui al d.lgs n. 231/2001 recante "Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica, a norma dell'art. 11 della legge 29 settembre 2000, n. 300" e con riferimento anche alle modifiche introdotte dal d.lgs n. 61/2002, "Responsabilità amministrativa da reato delle persone giuridiche".

 

Nella redazione del presente Modello si è tenuto conto anche della Convenzione OCSE sulla lotta alla corruzione introdotta in Italia con la legge n. 300/2000, nonché delle Linee Guida edite da Confindustria.

 

Il decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231 ha introdotto infatti nell'ordinamento giuridico nazionale la disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica (enti). Secondo tale disciplina le società possono essere ritenute responsabili, e quindi sanzionate, in relazione a taluni reati commessi o tentati nell'interesse o a vantaggio del Consorzio stesso dagli amministratori o dai dipendenti.
L'Organismo di Vigilanza di Remedia è composto da Maurizio Maggi, Giancarlo Besia e Flavio Monfrini.

 

Chiunque volesse chiedere informazioni, fornire suggerimenti o segnalare criticità nell'applicazione del Modello, è pregato di scrivere a: odv@consorzioremedia.it